23 Nov Sai creare il tuo Piatto della Salute?

Sano, completo e nutriente: ecco le regole del piatto tripartito! C’è infatti tutto quello che serve: macro e micro nutrienti essenziali per soddisfare i nostri bisogni essenziali, quindi proteggere quel tesoro chiamato salute. Crearlo è davvero semplicissimo e puoi adattarlo in base alle tue esigenze, anche del momento!

Ecco qui gli STEP DA SEGUIRE!

Visualizza il tuo piatto (prima puoi proprio guardarlo!) e dividilo in due parti:

  • la prima parte sarà composta da verdure (anche di più tipi e con diverse cotture, ma DI STAGIONE!);
  • l’altra parte sarà divisa a metà tra carboidrati e proteine vegetali o animali!
  • Termina il piatto con dei grassi buoni (olio extra vergine a crudo) e aggiungi, se vuoi, un super food (frutta secca) o un alimento fermentato (come l’acidulato di umeboshi nell’insalata o delle verdure fermentate)!

RICAPITOLANDO:

STEP 1: SCEGLI LA TUA VERDURA

Ne puoi combinare, se vuoi e quando riesci, una cruda e una cotta! Questo ti permetterà anche di cambiare consistenza. Alternare i colori ti permetterà di fare il pieno di tantissime sostanze antiossidanti e antinfiammatorie (fitonutrienti)

STEP 2: SCEGLI IL TUO CARBOIDRATO

Cereali (con e senza glutine, in chicco/pasta/farina/Pane), pseudocereali o Patate/Patate

La scelta di consumare cereali che contengono glutine dipende dalle tue inclinazioni personali e da come il tuo corpo riesce a digerirli ed assimilarli. Variare i cereali durante la giornata (e la settimana) è sicuramente una regola di base per una dieta sana ed equilibrata.

STEP3: SCEGLI LA TUA PROTEINA

Legumi, pesce pescato in acque non contaminate, uova biologiche, formaggi provenienti da mucche al pascolo.

Inoltre:

  • Cerca di limitare la carne;
  • In un regime 100% vegetale non è affatto necessario ricorrere a proteine vegetali extra raffinate come il seitan, affettati vegetali vari o Veggy Burger già pronti: sono concentrati di oli vegetali di scarsa qualità, conservanti, emulsionanti e tanto sale. Basta ricordarsi di abbinare cereali e legumi (con cui tu stesso puoi creare dei buoni e soprattutto sani burger) per completare il loro profilo amminoacidico.

STEP 4: SCEGLI LA TUA FONTE DI GRASSI

Non temere i grassi di qualità: sono una componente fondamentale di un’alimentazione sana e preventiva.

Olio extravergine di oliva, da usare principalmente a crudo, frutta secca e semi oleosi (anche in crema).

Tutto il resto è, almeno nei pasti principali, davvero facoltativo, come avocado (biologico ed equosolidale), olio di cocco vergine, burro e ghee provenienti da mucche al pascolo (questi 2 ultimi ideali in cottura).

Come anticipato è possibile adattare le “regole del piatto sano” alle vostre personali esigenze. Se sei solita/o non consumare frutta ai pasti principali, potresti inserirla a colazione o negli spuntini; se avverti più fame oppure sai che, nel pomeriggio, di attenderà una bella seduta sportiva potresti decidere di dedicare una metà intera del piatto ad una fonte di carboidrati… E’ tutto sempre soggettivo!

UNA VOLTA  INNESCATA L’ABITUDINE DEL PIATTO SANO (e che avrai così VISUALIZZATO le tue porzioni ideali) vedrai che sarà facile anche trasformali, mischiando gli alimenti fra loro.

Ecco 3 esempi di piatti tripartiti:

  • Ribollita Toscana preparata con verdure, legumi (proteine) + una patata piccola e PANE INTEGRALE (carboidrati) + Olio a crudo
  • Zucca e Cipolla Rossa al forno + Riso Semintegrale – Ceci e Avocado (qui ho aggiunto il miso ai ceci) + 1 filo di olio a crudo
  • Grano Saraceno, uovo pochè, bietola appena ripassata, funghi e carote + una manciata di arachidi (sono legumi) e olio a crudo!

 



× Servizio Clienti WhatsApp